‎ ‎‎ ‎ ‎ ‎
English | Español | Français | Deutsch | Italiano | Danish | Greek | 日本語 | Portuguese | 한국어 | Norwegian | العربية

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania

Chinguitty voyages - Tour Operator che organizza circuiti e vacanze in Mauritania e in Senegal

Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***Benvenuti in Mauritania ***

Soggiorni in Mauritania – circuiti in Mauritania - trekking in Mauritania

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania

العربية

English

Français

Italiano

Español

Deutsch

Soggiorni in Mauritania , circuiti in Mauritania , trekking in Mauritania


Adrar e il bacino dell’Arguin in 4x4 (8 giorni)

Deserto e parchi naturali  (5 giorni)

Circuito Senegal Mauritania (8 giorni)

Panorama del Senegal (8 giorni)

Circuito deserto ed oceano (11 giorni)

Soggiorno di Caccia (8 giorni)

Soggiorno di Pesca (8 giorni)

Scoperta della Mauritania in 4x4 (30 giorni)

Viaggi su Misura

Hotel a Nouakchott

Hotel ed alberghi in Mauritania

Tutto sulla Mauritania

Foto Album

Mezzi di trasporto

Lista delle Ambasciate in Mauritania

Meraviglie del deserto (8 giorni)

Chinguetti e il fascino dell’Adrar (8 giorni)

I Coccodrilli del deserto (5 giorni)

La Strada del Tagant (15 giorni)


Soggiorni in Mauritania

 circuiti in Mauritania

 trekking in Mauritania

 

‎‎‎

La Mauritania
Presentazione

Situata tra il 15° ed il 27° parallelo nord, la Mauritania ricopre una superficie di 1.030.000 km2. E’ delimitata a nord dal Sahara Occidentale e dall’Algeria, ad est e a sud-est dal Mali, al sud dal Senegal e ad ovest dall’ Oceano Atlantico. Il paese presenta:

una zona saheliana a sud.
una zona semi-desertica al Centro attraversata dal massiccio montuoso dell’Adrar e dal Tagant che culmina in 800 m.
una zona completamente desertica al nord.


Le frontiere misurano rispettivamente, con il Sahara Occidentale 1.561 Km, l’Algeria 463 Km, il Mali 2.237 km, il Senegal 813 km. La costa mauritana sull’Oceano Atlantico si estende su  755 km. Complessivamente il clima è caldo e secco, saheliana al Sud. Le temperature variano tra i 38°C e 43° C di giorno durante i mesi caldi possono arrivare intorno ai 10°C tra dicembre e febbraio. Le notti generalmente sono molto fredde sul massiccio montuoso e in alcune zone costiere. Le piogge cadono di solito da luglio ad ottobre e variano tra i 100 e i 120mm al centro e  400mm nella Valle del Senegal al sud.
La superficie della Mauritania è occupata da circa il 70% dal deserto, quindi dal Sahara. Il regime pluviometrico crea zone agro-pastorali che si scaglionano degradandosi dal sud al nord. Il paese conosce dei cicli di siccità di cui il più rigoroso si ebbe tra il 1968 e il 1988 causando una trasformazione dell’ambiente naturale. Il ritorno ad un ciclo più clemente sembra essersi innescato da allora. Ma la protezione di questo ambiente contro l’avanzamento del deserto ed il disboscamento resta una delle sfide maggiori.

ELEMENTI GENERALI

Nome ; Repubblica Islamica della Mauritania
Valori : Onore – Fraternità – Giustizia
Capitale : Nouakchott.
Festa nazionale : 28 Novembre; feste musulmane :  Id El Kebir, Id El Fitr, Primo Muharram.
Feste civili: 1 gennaio, 1 maggio, 25 maggio.
La settimana lavorativa va da domenica a giovedì. Le ore di lavoro dalle 8 alle 16. Le scuole, la posta, i servizi di sicurezza e la sanità hanno orari dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 18. La pausa settimanale va dal venerdì al sabato.

Orario : GMT
Lingua ufficiale : Arabo
Lingue nazionali Arabo, Pular, Soninkè, Wolof.
Lingue straniere: il Francese utilizzato per lavoro dall’amministrazione.
Monete : Ouguiya.
Elettricità : 220 volts

Bilancio, economia  (2003):
Entrate: 421 millioni USS.
Uscite: 378 millioni USS, interessi di debito compresi (154 millioni USS).
Industria manifatturiera, 5%, servizi, 46%
Tasso di crescita generale : 4,2%.
Tasso di crescita industriale : 2%,
Popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà : 47%.

Esportazioni : 359 millioni US$ (2000):minerali di ferro, prodotti ittici e derivati, bestiame. I principali paesi per l’esportazione : Francia 18%, Giappone 16%, Italia 13%. Spagna 10%, Africa occidentale.
Importazioni : 335 milioni US$ (2000) : prodotti petroliferi, generi alimentari, materiali di costruzione, tessuti ed abiti, attrezzature, pezzi di ricambio per veicoli, tabacco, frutta e legumi, cosmetici… I principali paesi d’importazione sono : Francia 33%, USA 10%, Spagna 9%, Algeria 6%, Germania 6%, Benelux 5%. (2000). Energia : produzione elettrica :154 milioni kWh (2000), di cui 84% di fonte termica (combustibile) e il 16% della fonte idraulica, una parte che è destinata a svilupparsi.
 

Ambiente

Grande come due volte la Francia, la Mauritania possiede 700 km di costa atlantica e delle frontiere con il Marocco, l’Algeria, il Mali ed il Senegal. Il deserto occupa circa il 60% del territorio, una proporzione che non cessa di aumentare, il Sahara sta avanzando verso il mare in direzione sud-ovest. Il rigore delle condizioni si attenua progressivamente verso sud, il deserto lascia un po’ di spazio alla boscaglia e alla savana. Alla frontiera sud-ovest, il fiume Senegal ha dato vita a una striscia di terra fertile di 400 km dove sono prodotte la maggior parte delle colture ad uso alimentare del paese. 

Il clima è caldo e secco e non c’è la stagione umida, in particola nella regione del Sahara, dove praticamente non piove mai. Da giugno ad agosto, le temperature medie al giorno si innalzano a circa 40°C, essendo questa la cifra leggermente inferiore lungo la costa, dove le brezze rinfrescano un po’ l’atmosfera. Il tempo è praticamente l’ideale a  Nouakchott tra dicembre e marzo : le temperature massime non superano generalmente i 29°C di giorno e scendono a 13°C di notte. Non dimenticate di portare dei vestiti caldi, poiché si possono registrare temperature inferiori agli 0°C in numerose zone del paese, in qualunque momento dell’anno.

Gli uccelli, fra cui specie in via d’estinzione, sono presenti nel parco nazionale del Diawling, nel delta interiore del fiume Senegal, come su tutta la costa atlantica. All’interno del paese, l’avanzare della sabbia non favorisce la presenza di animali. Restano soltanto un po’ di gazzelle ed alcune otarde.

Storia

Chi potrebbe immaginare che la Mauritania fosse precedentemente fornita di grandi laghi, fiumi e di una vegetazione dove gli elefanti, i rinoceronti e gli ippopotami vivevano in abbondanza ? La presenza umana è ugualmente testimoniata dalle punte di frecce e dalle pitture rupestri dei neri bafours, primi abitanti del Neolitico. L’espansione del Sahara, circa 10 000 anni fa, mise fine a queste condizioni.  

L’introduzione del cammello in Marocco, verso il III secolo, provoca l’arrivo in Mauritania dei nomadi berberi, che potevano ormai percorrere lunghe distanze attraverso il Sahara occidentale per poter effettuare il commercio del sale, ulteriormente quello dell’oro e degli schiavi. Nel IX e X secolo videro emergere dal primo impero dell’Africa dell’Ovest, l’impero del Ghana, la cui capitale si insediò nel sud-ovest della Mauritania. I sovrani nomadi misero allo stato di vassalli i Berberi che si erano stabiliti.

L’espansione dell’Islam nella regione fa parte di quest’epoca. Gli Almovidi imposero il loro dominio sui Berberi e installarono la loro capitale a Marrakech, da dove controllavano tutto il Nord- Ovest dell’Africa ed il sud della Spagna. Nel 1076, si spinsero più a sud, e con l’aiuto dei Berberi mauritani, distrussero l’impero del Ghana, permettendo l’avanzamento rapido dell’Islam. Il nuovo impero era così grande che si divise : uno dei territori aveva come centro il Marocco, l’altro era comandato dai Berberi della Mauritania. Quest’ultimi furono spodestati dagli Arabi nel  1674. La coesistenza delle culture diede origine alla società mora, organizzata in caste.  

La Mauritania uscì relativamente indenne dalle invasioni commesse dagli Europei in Africa a partire dal XV secolo : non soffrì nè di uno spopolamento a causa della schiavitù, nè di un riorientamento dell’economia verso le colture ad accrescimento rapido, né del saccheggio di minerali preziosi. La sabbia non era certo una materia prima molto ricercata. Nel 1814, la Francia prese il controllo della costa mauritana, e dopo aver messo le fazioni more l’una contro l’altra, stabilì il territorio coloniale della Mauritania nel 1914. Occupati a spingere i Mori nel nord, e a regolare altre questioni altrove nel loro impero coloniale, i Francesi scoprirono la gigantesca riserva minerale di ferro del paese soltanto dopo la sua indipendenza, nel 1960.

Questa si accompagnò alla proclamazione di una repubblica islamica, dell’installazione di una nuova capitale e della crescita dell’industrializzazione. E’ un consorzio straniero che sfruttava le miniere di ferro, ma i lavoratori nazionali erano pagati generosamente. Alla fine dell’anno 1960, uno sciopero di due mesi si concluse con dei scontri con l’esercito che fecero otto vittime tra i minatori. Questo avvenimento fu all’origine della creazione, nel 1973, di un sindacato clandestino marxista. Sotto la pressione crescente dell’opposizione di sinistra, il presidente Ould Daddah nazionalizzò la società mineraria nel 1974, uscì dalla zona franca e creò la valuta nazionale, l'ouguiya.

Alla fine del 1970, una nuova crisi, legata alla divisione del territorio del Sahara spagnolo tra il Marocco e la Mauritania, provocò la caduta del governo. La produzione di ferro cessò brutalmente, i militari dell’esercito furono portati da 1 800 a 17 000 uomini, e le azioni di sabotaggio del Fronte Polisario (gruppo ribelle che lotta a favore dell’indipendenza del Sahara occidentale, sostenuto dall’Algeria, la Libia e da Cuba) diventarono la normalità. La Mauritania rinunciò a tutte le sue pretese sul Sahara occidentale in seguito al colpo di Stato del 1978. Il nuovo regime si dimostrò incapace di rilanciare l’economia ed un nuovo ed una nuova sezione militare si creò nel 1984.

Sullo sfondo della lotta agraria, la Mauritania fu anche teatro, alla fine del 1980, di un terribile conflitto interno accaduto in seguito ad un incidente che coinvolse allevatori mori ed agricoltori di origine senegalese, nel corso del quale due Soninkés hanno trovato la morte. Sommosse scoppiarono in Senegal dove i negozi mauritani furono attaccati. Con rappresaglie, i Mori della Mauritania commisero molte estorsioni (violazioni, genocidio, mutilazioni, usurpazioni, deportazioni, incursioni), nei confronti con i Senegalesi, ma anche con i Mauritani di origine haal-pulaar. Molti di loro trovarono rifugio presso le ambasciate straniere e presso le Nazioni Unite. Le popolazioni di interi villaggi furono riunite ed abbandonate in pieno deserto senza acqua e senza cibo. Il Marocco, la Francia, l’Algeria e la Spagna inviarono degli aerei di salvataggio. Questi Mauritani furono “rimpatriati” in Senegal, paese nel quale la maggior parte di loro non aveva mai messo piede. Circa  100 000 persone in tutto attraversarono la frontiera senegalese.

Le organizzazioni di aiuto umanitario fecero i bagagli quando il governo decise la chiusura di queste. Isolata dalla Comunità Internazionale, la Mauritania continuò a ricevere sostegni solo da alcuni paesi islamici, in particolare dall’Irak, All’inizio del  1990, iniziò di nuovo la condanna dei paesi straniere, il regime prese una direzione ancora più estremista, togliendo il potere ai suoi principali oppositori, i Negro – Africani, quando non riusciva ad eliminarli fisicamente. 

Al termine di un processo di « democratizzazione controllata » destinata a far tacere la critica internazionale, fu autorizzata nel 1992 una nuova Costituzione che autorizza il multipartitismo. Il presidente uscente, il colonnello Maaouya Sidi Ahmed Ould Taya vinse le elezioni, diventando il primo Capo di uno Stato della Lega Araba ad essere eletto a suffragio universale diretto. Il rimpatrio dei Neri mauritani esiliati resta un problema preoccupante per l’attuale governo. Se le aggressioni contro i membri di questa minoranza sono cessate, questi devono sempre battersi per ottenere un’occupazione, una carta d’identità, un prestito o la restituzione delle loro terre. Se il regime vigente continuerà ad ignorare il problema, non troverà la stabilità politica ed economica.

Da non perdere

Da alcuni anni si sono sviluppate le escursioni nell’Adrar mauritano. Sono sempre più numerosi gli operatori che propongono questo tipo di escursione di una settimana circa. I surfer impavidi apprezzano le coste delimitate da scogliere, ma alcune spiagge, anche le più conosciute, non sono assolutamente sicure: se non volete farvi il bagno con il vostro portafoglio ed il vostro passaporto, lasciatelo nella cassaforte dell’hotel. Gli ornitologi alle prime armi possono soddisfare la loro passione sui 200 km di bacino dell’Arguin, un reale paradiso per essi.

Nouakchott

Una delle capitali più giovani del mondo, Nouakchott è stata costruita su una distesa erbosa e fertile al momento della sua indipendenza nel 1960. Alla sua creazione, la località  si trovava a molti giorni di marcia dal deserto, ormai è in pieno Sahara. Nell’immagine dei paesaggi, la sabbia si accumula contro i muri e le palizzate. La città ha perso un po’ del suo dinamismo in seguito alle sommosse del 1989, ma i due mercati rimangono animati e la spiaggia, che si dice poco sicura, è piacevole per bagnarsi e fare jogging. Costruita per 200 000 abitanti, Nouakchott ne conta già cinque volte in più. I quartieri periferici non sono altro che bidonvilles fatte di capanne di lamiera e tende.

Nel pieno centro della città, il Museo nazionale, ben conosciuto, è un’introduzione utile ed interessante alla cultura e al modo di vivere dei nomadi della Mauritania. Proprio fuori la città, nell’affascinante porto, potete osservare i pescatori (principalmente  Wolofs e Haal-Pulaars) in piena attività, potete fotografarli e intrattenervi con loro. Nell’Ufficio nazionale del tappeto, le donne tessono a mano.

Nouadhibou

La città portuale si trova sulla costa, nell’estremo Nord del paese e letteralmente a qualche metro dal Sahara occidentale (sotto il controllo marocchino). E’ situata nella parte orientale (parte della baia) costituita da una lunga penisola di soli 500 m di larghezza che scende verso sud, il Marocco controlla la parte occidentale (parte oceano). Non avventuratevi al di là della ferrovia, l’ambiente è cosparso di mine. La città dispone di un aeroporto moderno, ma le altre costruzioni sono sommarie e ricoperte di sabbia. Il posto è il paradiso degli amanti della balneazione, dello sci nautico e della pesca (con le più pescose acque al mondo). Due voli collegano giornalmente Nouakchott a Nouadhibou, distanti all’incirca 520 km. Si può anche noleggiare il treno o un autocarro (fino a 30 ore di viaggio).  Non prendete un’auto senza una guida e munitevi di collirio e riserve d’acqua.

Atar

Luogo di incontro dei nomadi del nord del paese in occasione delle festività, questa città commerciale è una base di partenza per interessanti escursioni. Non dimenticate di portare denaro in contante poichè non ci sono banche. Il borgo è diviso in due parti collegate tra loro dal mercato. Le viuzze strette e tortuose del ksar rappresentano l’attrattiva principale.

Rosso

Non c’è molto da vedere a Rosso, malgrado i suoi 30 000 abitanti e la sua situazione di città di passaggio. Dalla capitale si può tuttavia fare andata e ritorno in una giornata , ed il tragitto stradale, intervallato da controlli della polizia, è molto pittoresco. La città, situata a 160 km da Nouakchott, alla frontiera senegalese, vanta l’unico mercato nero del paese, ma i turisti curiosi non sono ben visti dalle autorità. Da evitare quindi i posti poco conosciuti.

Tichit

Se siete particolarmente audaci e desiderate vedere una futura villa fantasma, appuntamento alla città antica di Tichit, perduta a 865 km ad est della capitale. Si trova al centro di una grande depressione che si estende fino alla frontiera maliana. Città che collega sulla strada delle carovane, essa conta più di 5 000 abitanti, ma ce ne sono meno di 500 ora. La superba moschea, riccamente decorata, ricompensa i visitatori. Per raggiungere Tichit, attraverserete un paesaggio impressionante, distese di sabbia punteggiate da arbusti, di ossa sbiancate e di alberi morti. Non intraprendete il viaggio senza una guida.

Koumbi Saleh

La leggendaria capitale dell’impero del Ghana è il sito archeologico più famoso della Mauritania. Le prime rovine sono state messe in luce nel 1913. Da allora, un’imponente moschea è stata parzialmente rinvenuta, rendendo ancora più credibile l’ipotesi secondo la quale migliaia di persone vissero lì, in quella chef u la più grande città dell’epoca. I problemi finanziari sono riconducibili alla sospensione degli scavi all’inizio del  1980, ma esistono dei progetti che mirano a portarli a termine. Il sito si trova a 1 000 km da Nouakchott. Molti voli settimanali collegano la capitale a Ayoun-el-Atrous, a due ore di strada da Koumbi Saleh.

Il Parco nazionale del bacino dell’Arguin

Il bacino dell’Arguin è un centro per i trampolieri che effettuano la loro migrazione tra l’Europa, l’Asia settentrionale e l’Africa. Si sono registrate già due milioni di piro-piro in inverno, e numerose specie si sono stabilite qui per riprodursi. Un po’ ovunque nel mare incredibilmente chiaro e poco profondo (non più di 3 metri su una striscia di 25 km a partire dalla riva), isole di sabbia riparano gli uccelli che nidificano. Questi si possono osservare soltanto da piccole barche, accompagnati da una guida dopo aver avuto il permesso dalla direzione del parco nazionale. Pianificate il vostro viaggio, poichè i periodi di visita sono estremamente regolamentati (non si possono avvicinare gli uccelli nella stagione dell’amore – due volte all’anno). E’ preferibile avere una propria barca. Per raggiungere il posto da Nouakchott, percorrere in 4x4 la strada della spiaggia : 155 km a marea discendente (è indispensabile conoscere l’orario delle maree), e poi 50 km di deserto. Il bacino dell’Arguin è 250 km da Nouadhibou, ma è ancora poco accessibile attraverso il nord.

Cultura

La vita sociale mauritana si svolge spesso intorno al tradizionale tè alla menta. Si versa di solito in tre bicchieri di seguito. Molto e zuccherato, da la stessa energia di un caffè.  

La Mauritania è l’unico Stato dell’Africa dell’Ovest governato da cittadini di tradizione nomade. Tuttavia, decenni di siccità e l’avanzamento del deserto hanno provocato la dispersione di numerosi clan, oltre che alla concentrazione di una parte della popolazione nelle città.  

La lingua ufficiale è l’arabo (lingua ufficiale), ma si parla anche il francese (lingua ufficiale fino all’indipendenza del 1960), hassaniya, pular, sonink e wolof.

Ecco qualche espressione utile:

Salamm aleïkoum : Che la pace sia con voi (saluto formale)
Aleïkoum salaam : Risposta al saluto precedente
Marhaba : Ciao!
Ma'elsalami : Arrivederci
Caratterizzato in particolare dall’uso di dittonghi aw ("aou"), ai ("aï") e ei ay. Tre consonanti sono particolarmente difficili da pronunciare per gli stranieri. Si tratta di un’occlusiva sorda ('), e dei suoni ayn e rayn ("gh"). Quest’ultime si ottengono con un suono abbastanza basso e di gola e sono vocalizzate come co

Dall’incrocio dell’influenza dell’Islam, della Francia e dell’Africa tradizionale, la cultura mauritana ha delle basi solide, ma non ostentatoria della società. L’”autenticità africana” non è caratterizzata nè dal teatro e nè dalla letteratura, praticamente inesistenti. Non manca, in compenso, la musica tradizionale, che non lascia nessuno indifferente. Utilizzando un tidnit (liuto a quattro corde), a volte l’ ardine (arpa) e spesso un cantante, queste melodie lancinanti possono dare ai nervi a quelli che non hanno un orecchio abituato.

La religione è fonte di un’unità di facciata tra Mori e Negro-Africani : il 99% degli abitanti sono musulmani sunniti, ma le sommosse razziali del 1989 hanno dimostrato l’estrema fragilità di questa unione. D’altra parte, la brutale aggressione di cui due sacerdoti cattolici sono stati vittima nel 1993 è il segno della presenza di un piccolo gruppo di fondamentalisti musulmani. Nell’insieme tuttavia, l’Islam qui è aperto e liberale.


Adrar e il bacino dell’Arguin in 4x4 (8 giorni)

Deserto e parchi naturali  (5 giorni)

Circuito Senegal Mauritania (8 giorni)

Panorama del Senegal (8 giorni)

Circuito deserto ed oceano (11 giorni)

Soggiorno di Caccia (8 giorni)

Soggiorno di Pesca (8 giorni)

Scoperta della Mauritania in 4x4 (30 giorni)

Viaggi su Misura

Hotel a Nouakchott

Hotel ed alberghi in Mauritania

Tutto sulla Mauritania

Foto Album

Mezzi di trasporto

Lista delle Ambasciate in Mauritania

Meraviglie del deserto (8 giorni)

Chinguetti e il fascino dell’Adrar (8 giorni)

I Coccodrilli del deserto (5 giorni)

La Strada del Tagant (15 giorni)

 

  Circuits et vacances en Mauritanie

Trips and vacations in Mauritania

رحلات الصيد البرى والسياحة في موريتانيا


Contatti

Chinguitty Voyages
Tevragh Zeina - Nouakchott - Mauritanie
Tel: 002226338522
Fax: 002225257383
E-Mail: rimtours@hotmail.com
B.P : 303 Nouakchott-Mauritanie

E-Mail:italia@mauritaniatours.com

 


 

 

 

 


Mauritanie en 4X4, circuits en sahara , vacances en desert , circuits en désert , sejour en désert , méharée en désert , Tour Opérateur en Mauritanie , agence de voyage en Mauritanie , hotels en Mauritanie , Vacances en Mauritanie , trekking en désert , voyages en désert , randonnée en désert , découverte de désert , circuits 4x4 en désert , découverte Mauritanie , séjour en oasis , auberges en Mauritanie , chasse en Afrique , chasse de phacochères , chasse d'oiseaux , séjour de pêche en Mauritanie , pêche sportive en Mauritanie , pêche en Surf-casting , séjours en Mauritanie , circuits en Mauritanie , trek en Mauritanie , Tourisme en Mauritanie , voyages en Mauritanie , vacances en Mauritanie , Trekking en en Mauritanie , Voyages dans l'Adrar,Randonnée chamelière, Voyage Nouakchott , Voyage Atar , Voyage Chingeutti , voyage Ouadane , Voyage Terjit , voyage Tichit , voyage Oualata , Voyage Nouadhibou , Voyage Ben Amira , Voyage Rosso , Voyage Tagant , Sahara désert agence voyage tourisme Mauritanie , Séjour Sénégal ,Circuit Sénégal ,Vacances Sénégal ,Voyager Sénégal ,Hôtel Casamance ,Voyage Sénégal ,Hôtel Sénégal , Circuit Mauritanie ,Voyage Mauritanie , Désert Mauritanie ,Hôtel Mauritanie ,  Séjour Afrique, Vacances Afrique, Voyager Afrique , Hôtel Afrique ,Voyage Afrique ,Hôtel Afrique , Circuit Sénégal-Mauritanie , séjours en Sénégal,circuits en Sénégal , trek en Sénégal , Tourisme en Sénégal , voyages en Sénégal , vacances en Sénégal , Sénégal en 4X4, Tour Opérateur en Sénégal , agence de voyage en Sénégal , Tourism in Mauritania , Vacations in Mauritania , Trips in Mauritania , tourism in Mauritania ,vacations in Mauritania ,trips in Mauritania , Mauritania Travel , Mauritania vacation , Mauritania trip ; Mauritania desert , desert trips , desert stay , Mauritania tours , Mauritania Hotels , Mauritania attractions , Mauritania tour operators , excursions in sahara , trekking in desert , sahara trips , vacation in sahara , adventure in desert , small group tour in desert , tours in africa desert , travel packages in desert , africa hunting trip , hunting of birds in africa , camping of hunting in Mauritania , africa fishing trip , sporting fishing center , sporting fishing in Mauritania , Trekking in Mauritania, Voyages in Adrar, Excursion Mauritania, Nouakchott trip, Atar Voyage, Chingeutti Voyage, Ouadane trip, Terjit Voyage, Tichit trip, Oualata trip, Nouadhibou trip, trip Ben Amira, Rosso trip, Tagant trip, desert Sahara trip voyage tourism Mauritania, trip Senegal, Circuit Senegal, Vacances Senegal, Voyager Senegal, Hotel Casamance, Voyage Senegal, Hotel Senegal, Circuit Mauritania, Voyage Mauritania, Desert Mauritania, Hotel Mauritania, trips Africa, Vacances Africa, voyager Africa, Hotel Africa, Circuit Senegal-Mauritania, stays in Senegal, circuits in Senegal, trek in Senegal, Tourism in Senegal, journeys in Senegal, holidays in Senegal, Senegal in 4X4, Tour Operator in Senegal, Soggiorni in Mauritania – circuiti in Mauritania - trekking in Mauritania , Turismo in Mauritania, viaggi in Mauritania , vacanze in Mauritania , Mauritania in 4X4 , circuiti nel Sahara , vacanze nel deserto , circuiti nel deserto , soggiorni nel deserto , viaggi a cammello nel deserto, Tour Operator in Mauritania , agenzia di viaggi in Mauritania , hotel in Mauritania , Vacanze in Mauritania , trekking nel deserto , viaggi nel deserto escursione nel deserto, scoperta del deserto, circuiti nel deserto in 4x4, scoperta della Mauritania, alberghi in Mauritania, caccia in Africa, caccia di facoceri, caccia di uccelli, soggiorni di pesca in Mauritania, pesca sportiva in Mauritania, pesca in Surf – casting , Soggiorni in Senegal – circuiti in Senegal - trekking in Senegal , Turismo in Senegal, viaggi in Senegal , vacanze in Senegal , Senegal in 4X4 , Tour Operator in Senegal , agenzia di viaggi in Senegal , hotel in Senegal , Vacanze in Senegal , scoperta della Senegal, alberghi in Senegal, caccia in Africa, caccia di facoceri, caccia di uccelli, soggiorni di pesca in Senegal, pesca sportiva in Senegal, Turismo en Mauritania, vacaciones en Mauritania, viajes en Mauritania, turismo en Mauritania, vacaciones en Mauritania, viajes en recorrido de Mauritania, Mauritania, vacaciones de Mauritania, viaje de Mauritania; El desierto de Mauritania, desierto dispara, estancia del desierto, viajes de Mauritania, hoteles de Mauritania, atracciones de Mauritania, operadores de viaje de Mauritania, excursiones en Sáhara, emigrando en el desierto, viajes de Sáhara, vacaciones en Sáhara, aventura en desierto, viaje pequeño en desierto, viajes en el desierto de África, paquetes en desierto, viaje de la caza de África, caza de pájaros en África, el acampar del grupo del recorrido de la caza en viaje de la pesca de Mauritania, África, centro de la pesca que se divierte, divirtiéndose la pesca en Mauritania, senderismo en Mauritania, viajes en Adrar, excursión Mauritania, viaje de Nouakchott, viaje de Atar, viaje de Chingeutti, viaje de Ouadane, viaje de Terjit, viaje de Tichit, viaje de Oualata, viaje de Nouadhibou, el viaje Ben Amira, viaje de Rosso, viaje de Tagant, turismo Mauritania, viaje Senegal, circuito Senegal, Vacances Senegal, Voyager Senegal, hotel Casamance, viaje Senegal, hotel Senegal, circuito Mauritania, viaje Mauritania, desierto Mauritania, hotel Mauritania, viajes África, Vacances África, Voyager África, hotel África, circuito Senegal-Mauritania, estancias en Senegal, circuitos del viaje del viaje de Sáhara del desierto en Senegal, emigra en Senegal, turismo en Senegal, viajes en Senegal, días de fiesta en Senegal, Senegal en 4X4, operador de viaje en Senegal,رحلات صيد الحبارى , رحلات الصيد البرى في موريتانيا , السياحة العائلية في موريتانيا , السياحة في موريتانيا , المقناص في موريتانيا , التجارة في موريتانيا , الاقتصاد الموريتاني , الاستثمار في موريتانيا , جولات سياحية في موريتانيا , شركة سياحة وسفر في موريتانيا , شركات تجارية في موريتانيا , معلومات عامة حول موريتانيا , نواكشوط , نواذيبوا , شنقيط , السياحة في السنغال , جولات سياحية في السنغال , زيارة داكار , زيارة سانت لويس , التجارة في السنغال , الاستثمار في السنغال , شركات تجارية في السنغال , رحلات صيد بحري , رحلات صيد برى , الحبارى , الغزلان , القطا , الكروان , الأرانب , الحبرو , الحمام القميري , سمك القرش , سمك الاخطبوط , سمك الجمبرى , الروبيان ,سمك السردين , تأجير السيارات , الظبي , صيد الصقور , الترفاس , الفقع , الكمأ , تجارة الفقع , تجارة الترفاس   , تصدير الترفاس , تصدير الفقع    Business trips in Mauritania , Investment in Mauritania , Commerce in Mauritania ,Voyages d'affaires en Mauritanie ,

Copyright©2003-2007 Chinguitty Voyages .All Rights Reserved